Travel _ My guide to Basel

08:00



Basilea era nella mia lista di posti da vedere da tempo e lo scorso mese, grazie ad una serie di fortunati eventi e senza molto preavviso, sono partita per un weekend lungo. Forse non è tra le mete svizzere più note, ma se siete appassionati d'arte ed architettura la apprezzerete sicuramente. 
Il mio primo consiglio è di prendervi del tempo per camminare tra i diversi quartieri e lungo il fiume, il Reno si snoda attraverso la città dividendola in due parti: sulla riva sud si trova la Grossbasel (Grande Basilea) con la città medievale, il romanico Münster (cattedrale) e la Rathaus (municipio) mentre sulla riva nord la Kleinbasel (Piccola Basilea), con molti locali dove uscire la sera. Oltre agli edifici e musei più noti potrete trovare qualcosa di interessante, come vecchi palazzi, sculture nei giardini, nuove costruzioni, gallerie d'arte o piccoli negozi artigiani, in un po' tutte le vie della città. 


Fondazione Beyeler
Musei

Museum Tinguely: all'interno del museo progettato da Mario Botta è possibile scoprire le opere dello scultore, tra lavori di piccole dimensioni e opere mastodontiche, tutte azionabili tramite dei pulsanti. Alcune sale sono poi dedicate a mostre temporanee che nascono dalle tematiche della produzione di Tinguely ponendosi in dialogo con i suoi lavori. Attualmente in corso The Touch of Art, è un percorso che analizza il ruolo della percezione tattile nel nostro modo di esperire l'arte, in maniera interattiva e divertente.

Kunstmuseum Basel: benché la mia visita sia capitata in un periodo sfortunato, la sede principale infatti è chiusa fino a metà aprile quando inaugurerà l'ampliamento degli architetti Christ & Gantenbein, era comunque possibile visitare le tre mostre ospitate al Museum für Gegenwartskunst, che lasciano intuire la qualità ed eterogeneità delle opere del museo con due personali su Cy Twombly e Joseph Beuys e una carrellata di masterpiece della collezione da Cézanne a Richter.

Fondation Beyeler: c'è una ragione se questo è il museo più visitato della Svizzera. Arte, architettura e la natura circostante si fondono all'interno delle sale, tutto è perfettamente studiato per garantire la massima efficenza, nulla distrae il visitatore dall'osservazione della incredibile collezione, ma al contempo è ben distante dalle asettiche sale di certe gallerie. La collaborazione in fase di progetto tra Renzo Piano e Ernst Beyeler ha portato alla costruzione di un luogo etereo e raffinato, nel quale è piacevole soffermarsi più a lungo di una normale visita, magari a leggere i testi d'arte messi a disposizione nella veranda.
La mostra temporanea, fino al 08.05.2016 su Jean Dubuffet, è accompagnata da un programma di performance ed incontri.

Vitra Campus: un concentrato di architetture dei più noti progettisti contemporanei rende il sito (e il tour alla zona produttiva) una tappa irrinunciabile per appassionati di design e architettura. Il campus riunisce gli scopi produttivi, culturali e commerciali dell'azienda di arredamento proponendo nelle vicinanze delle fabbriche il Vitra Design Museum e la VitraHaus, showroom e store.

Railway Engine Depot _ Herzog and De Meuron
Architettura

Dal sito di mimoa potete scoprire una serie di architetture presenti in varie città, Basilea compresa, e creare la vostra guida con ciò che più vi interessa. Volendo potete anche scaricare la versione pdf della mia.

Sul sito di Herzog e De Meuron trovate invece una mappa con tutti i loro progetti realizzati a Basilea.

Tra le varie app vi consiglio Architector, che funziona anche offline, localizzando le architetture di Basilea nella mappa, indica la fermata del tram o bus più comoda e volendo crea il percorso più veloce per vedere tutti gli edifici selezionati.

Markthalle foto: 813.ch
Cibo

Markthalle: grande mercato coperto, all'interno ci sono diversi banchetti di cibo locale ed etnico. Organizzano anche eventi tematici come il brunch o lo streetfood il sabato sera, con musica dal vivo di giovani gruppi davvero niente male.

Les Gareçons: atmosfera carina all'interno della stazione dei treni. Consigliato per fare colazione la mattina o un dopocena tranquillo. I piatti sono particolari rivisitazioni della cucina tipica di Basilea.

Grenzwert Basel: siamo entrati attirati dalla carta da parati con le scimmie e i panda, la sala fumatori con caminetto, vecchi divani e foto di famiglia alle pareti in perfetto stile hipster. Buona selezione di birre e vicini di tavolo particolari.



Negozi
La zona che ho preferito è lo Spalenberg, tra i vicoli storici e le pittoresche case decorate della città vecchia si trovano molte piccole boutique, ottimi marchi e interessanti gallerie.

Kleinbasel: se siete alla ricerca di qualcosa di originale e autoctono, il negozio di Tanja Klein è il posto giusto. Dal 2001 disegna, insieme ad un piccolo team, una collezione di abbigliamento per donna e accessori in pelle. La produzione punta all'utilizzo di materiali svizzeri e a collaborazioni durature con piccole manifatture locali. Lavorazioni tradizionali, qualità e stile sono perfettamente combinati.

Set&Sekt: con il suo spiccato senso estetico Corinne Grüter ha creato un ambiente ricercato che raccoglie moda uomo e donna, una selezione di scarpe, gioielli, pelletteria, così come i libri e riviste.
La maggior parte dei marchi sono abbastanza noti, ma vale una visita per lo spazio progettato dallo studio Buchner Bründler architekten, con appendiabiti sospesi e lo scultoreo bancone in acciaio nero che funge da superficie di vendita e bar.

Handmade: stanze bianche arredate solo da delle scale fittizie sulle quali trova posto la selezione di profumi, ceramiche, accessori e abbigliamento donna scelti da Chieko. Accanto a marchi conosciuti alcuni curiosi pezzi di designer poco noti.

Matrix: ogni anno Fabia Zindeldi disegna e produce due collezioni di sciarpe ispirandosi alle nuove tendenze, all'arte e la scienza. Le stampe sono pensate in modo che piegando e indossando in maniera diversa i foulard questi sembrino sempre differenti. Tutti i tessuti sono fatti con fibre naturali ed i colori sono solubili in acqua, inoltre il processo di produzione è interamente made in Svizzera. Piccole serie sono prodotte nel laboratorio di stampa serigrafica di Matrix. Si tratta di prodotti di qualità, dal gusto sofisticato con un acuto senso della forma, materiale e qualità.

Sevensisters: nomi nuovi e altri già noti si mescolano sugli scaffali, dove a oggetti da tutto il mondo si affianca una produzione di giovani designer svizzeri.

Grimsel: raffinata selezione di arredamento per la casa: si possono trovare pezzi di seconda mano di famosi designer, ma anche pezzi anonimi scelti con gusto.


Intersection _ Richard Serra _ Theaterplatz
Marktplatz


Münsterplatz

Passeggiando prestate attenzione ai caratteristici portoni in legno, ce ne sono di meravigliosi
La riva nord del Reno vista dalla terrazza dietro al Munster



Vitra Campus, edifici di Frank Gehry
Vitra Campus, edificio dei SANAA

Giardino all`italiana di Luciano Fabro, edificio di Diener & Diener @ Picassoplatz
Kunstmuseumbasel _ Christ & Gantenbein // Spitalstrasse 8 _ Morger & Degelo // Kinderspital Basel 
Grenzwert Basel

General Trade School _ Hermann Baur
University Hospital Basel _ Silvia Gmür Reto Gmür Architekten
Voltamitte _ Christ & Gantenbein 

Railway Engine Depot _ Herzog and De Meuron
Brunch Time @ Markethalle
Alcuni link utili:
basel.com
issuu.com/baseltourism (dove trovare delle utili guide sulla città, architettura, cibo, musei)


You Might Also Like

3 commenti